Disposizioni sulla tenuta degli ormeggi. Comunicazione del Presidente.

Otranto, 30/11/2016
Prot. 1231/2016

A tutti i Soci della LNI Otranto

Oggetto: Disposizioni sulla tenuta degli ormeggi. Comunicazione del Presidente.

Gentili Soci,

come avrete potuto constatare, il Porto di Otranto è interessato da una mareggiata di notevole intensità, la cui entità va comunque calando di ora in ora.

Con l’occasione, visto il possibile ripetersi di tali eventi, al fine di ottimizzare il funzionamento della base nautica e scongiurare ogni possibile danno a persone o cose, si sottolinea quanto segue, specificando che ogni danno a cose o persone che possa derivare dal disattendere le presenti disposizioni sarà imputabile allo stesso Socio, senza che responsabilità alcuna possa essere attribuita alla Sezione:

  • Ogni socio assegnatario è responsabile dell’ormeggio della propria unità e dovrà provvedervi anche nel caso che in propria assenza sopraggiunga maltempo attraverso opportuno delegato;
  • Qualora le condizioni meteo lo suggeriscano, è opportuno rinforzare le funi d’ormeggio, nonché verificare periodicamente ed eventualmente sgottare l’acqua marina o piovana imbarcata;
  • I Soci sono tenuti accertarsi costantemente che tutti gli ausili di ormeggio siano numericamente idonei ed in buono stato (cime, molloni, parabordi, ecc.) ribadendo che responsabilità alcuna possa essere attribuita alla Sezione in caso di danni derivanti da una non idonea esecuzione e tenuta in efficienza dell’ormeggio;
  • l’ormeggio deve essere realizzato con cime e molloni di esclusiva proprietà del socio, la Sezione fornisce le sole trappe di collegamento ai corpi morti. Per cui il socio è tenuto a fornire, antecedentemente rispetto al varo, le cime per il collegamento alle bitte/anelli in banchina, in relazione alle quali mantiene il pieno diritto di proprietà ed, in continuo, l’obbligo di manutenzione/cura e di verifica/controllo di efficienza ed ancoraggio. 
  • Il personale del servizio di ormeggio, in riferimento alle operazione svolte presso gli apprestamenti nautici, soprattutto in caso di condimeteo avverse, è tenuto esclusivamente ad operare in supporto ai soci e non in sostituzione, non essendo tenuto contrattualmente ad intervenire a bordo del natante, soprattutto nel corso di eventi calamitosi.

Mai come in queste circostanze è opportuno ribadire quanto la collaborazione di tutti sia fondamentale.

Un cordiale saluto.

Il Presidente – Ing. Walter Melissano